Cultura

SERVIZIO CIVILE IN ANPAS: 350 POSTI IN PIEMONTE Pubbliche Assistenze Anpas della provincia di Alessandria: 61 posti fra sociale ed emergenza 118

SERVIZIO CIVILE IN ANPAS: 350 POSTI IN PIEMONTE   Pubbliche Assistenze Anpas della provincia di Alessandria: 61 posti fra sociale ed emergenza 118

SERVIZIO CIVILE IN ANPAS: 350 POSTI IN PIEMONTE Pubbliche Assistenze Anpas della provincia di Alessandria: 61 posti fra sociale ed emergenza 118

Ultimi giorni per presentare domanda di servizio civile universale in Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze). Il bando, che scade il 28 settembre, è aperto a ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 29 anni non compiuti. Nelle Pubbliche Assistenze Anpas del Piemonte sono 350 i posti disponibili, 61 posti nella sola provincia di Alessandria.

Nelle associazioni Anpas i settori di attività sono i servizi di emergenza 118 e di trasporto socio sanitario di tipo ordinario come servizi di accompagnamento per visite, terapie e dialisi. Per i giovani si tratta di un anno di crescita civile e formativa, di alto valore sociale ed educativo e di cittadinanza attiva.

Pubbliche Assistenze Anpas della provincia di Alessandria con il totale dei posti (sociale ed emergenza):

Croce Bianca Acqui Terme (8 posti), Croce Verde Alessandria (8 posti), Croce Verde Arquata Scrivia (4 posti), Croce Verde Cassano Spinola (4 posti), Croce Verde Casale di San Germano Monferrato (8 posti), Croce Verde Felizzano (8 posti), Croce Verde Ovadese (8 posti), Croce Verde Stazzanese (2 posti), Avis Valenza (7 posti), Croce Verde Villalvernia (4 posti).

La domanda di partecipazione, va indirizzata direttamente alla Pubblica Assistenza che realizza il progetto prescelto, deve pervenire alla stessa entro le ore 18 del 28 settembre.

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che abbiano compiuto diciotto anni e non superato i ventotto anni (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda e in possesso dei seguenti requisiti: cittadini italiani, cittadini degli altri paesi dell’Unione europea, cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti e non aver riportato condanne. La durata del servizio è di dodici mesi, 30 ore settimanali. Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433,80 euro.

I progetti di servizio civile in Anpas, approvati e finanziati, che riguardano l’ambito del socio sanitario in Piemonte sono: Una parola e un sorriso (45 posti), Un servizio per te (46 posti), Senza barriere (50 posti), Viaggio solidale (46 posti).

Tali progetti prevedono lo svolgimento di servizi socio-sanitari sia su pulmini sia su autoambulanze per quei cittadini che devono effettuare terapie come dialisi, trasporti interospedalieri, essere dimessi da ospedali o case di cura, frequentare centri diurni di socializzazione o riabilitazione. In molti casi gli utenti possono essere persone disabili che spesso necessitano di essere accompagnate negli spostamenti in quanto non autosufficienti o perché bisognosi di particolari accorgimenti durante la fase del trasporto.

 

I progetti di servizio civile in Pubblica Assistenza Anpas nel campo del soccorso di emergenza 118 in Piemonte sono: Io per te (44 posti), In soccorso per te (47 posti), 112 Arriviamo (38 posti), Un cuore in soccorso (34 posti).

Questi progetti includono, oltre alla possibilità di effettuare i servizi sociali precedentemente descritti, anche l’impiego in servizi di emergenza urgenza 118.

I volontari in servizio civile saranno quindi impegnati nel ruolo di soccorritore in ambulanza e in tutte le mansioni concernenti le attività di emergenza e primo soccorso. I progetti prevedono l’inserimento e il tutoraggio dei volontari a partire da un’adeguata formazione certificata dalla Regione Piemonte e da un successivo periodo di affiancamento a personale più esperto.

Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell’emergenza, la rianimazione, l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d’aiuto.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti.

Pubblicato in Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.