domenica 3 Marzo 2024 - Anno 33

ANPAS ALLA ROYAL ULTRA SKY MARATHON GRAN PARADISO

Partner

La Pubblica Assistenza Anpas Volontari Soccorso di Ceresole Reale e Noasca ha fatto da associazione capofila nell’assistenza sanitaria allaRoyal Ultra Sky Marathon Gran Paradiso, la gara di skyrunning del Gran Paradiso che si è svolta il 30 luglio con partenza dal Lago di Teleccio, nel Vallone di Piantonetto, e traguardo sulla sponda del lago di Ceresole Reale.
L’assistenza sanitaria è iniziata già il 29 luglio con l’allestimento della centrale radio di coordinamento e della postazione medica di soccorso, che ha gestito numerosi interventi.
Nella giornata di gara sono intervenute, oltre all’associazione Volontari Soccorso di Ceresole Reale e Noasca, anche la Croce Bianca del Canavese, l’associazione Vasc Volontari Assistenza e Soccorso di Caravino e il nucleo di protezione civile dei Volontari Soccorso di Ceresole Reale e Noasca in supporto alla Polizia Municipale territoriale.
Complessivamente erano presenti oltre 30 volontari soccorritori Anpas e due ambulanze per il soccorso: una alla partenza, presso a Diga sul Lago di Teleccio, che in seguito ha presidiato tutta la manifestazione dal campo base e l’altra ambulanza posizionata al Colle del Nivolet per garantire la copertura della parte alta del percorso. Presente anche un automezzo di protezione civile per la logistica e lo spostamento dei volontari.
Il personale medico era composto da due dottoresse che si sono date il cambio per l’assistenza sanitaria durata molte ore consecutive. Il percorso in quota è stato presidiato dal Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese con altri due medici e diversi soccorritori.
Sul palco, alla premiazione dei concorrenti, oltre alle figure istituzionali era presente anche il presidente dei Volontari Soccorso di Ceresole Reale e Noasca, Graziano Bellanzon che al termine della manifestazione ha commentato:”È stata una bellissima esperienza lavorare in sinergia, grazie all’unione di varie associazioni abbiamo dimostrato che siamo in grado di offrire un ottimo servizio di assistenza sanitaria”.
Una vera “maratona” di tre giorni anche per tutti noi volontari – spiega il segretario dei Volontari Soccorso di Ceresole Reale e Noasca, Paolo Bellanzontra allestimento gara e smontaggio del campo sono state tre giornate veramente cariche e faticose.
Grazie a tutti i volontari soccorritori intervenuti, ai medici, alle associazioni di supporto come la Croce Bianca del Canavese, i Volontari Assistenza e Soccorso di Caravino, e i Volontari Soccorso Sud Canavese di Caluso per la fornitura di attrezzatura medica. Ringrazio il presidente Graziano Bellanzon per il coordinamento di tutti i volontari, gli operatori radio. Un ringraziamento anche agli agenti della Polizia Municipale di Ceresole Reale, ai coordinatori delle postazioni del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, del Corpo di Sorveglianza del Parco Nazionale del Gran Paradiso e a tutti gli organizzatori della manifestazione. Viva la Royal, arrivederci al 2025″.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli