martedì 28 Settembre 2021

Fratelli d’Italia fa il punto della situazione sulle segnalazioni inerenti al decoro urbano

Partner

Risolte le maggiori criticità legate al manto stradale segnalate in Strada della Maggiora, Corso Cavour, Viale Einaudi, Via Verrini e Via Ghione.

Continua l’iniziativa promossa dal circolo acquese di Fratelli d’Italia relativa al decoro urbano. La sezione acquese del partito di Giorgia Meloni ha fatto il periodico punto della situazione sulle segnalazioni in essere relative al manto stradale delle vie della città termale.
Per quanto riguarda le criticità rilevate nelle scorse settimane emergono luci e ombre.
“Sono state riparate le criticità segnalate in Via Ghione (dove era presente una profonda buca all’altezza del civico 13), Strada della Maggiora (all’altezza del civico 127), in Via Verrini (all’altezza del civico 8) e in Corso Cavour (attraversamenti pedonali, in questo caso la scelta effettuata dal Comune è stata quella di rimuovere gli attraversamenti pedonali pre-esistenti e rifarli senza l’utilizzo dei blocchetti di porfido).
Alcune coperture con catrame sono state effettuate in viale Einaudi e, in forma più ridotta e parziale e quindi da integrare ancora, a Moirano in Via della Fasciana all’altezza del civico 60” – spiega Claudio Bonante, Presidente del locale circolo di Fratelli d’Italia – “Ringraziamo gli operatori che si sono attivati a seguito delle nostre segnalazioni, sanando situazioni di potenziale pericolo per ciclisti e motociclisti, oltre che causa di possibili danni alle autovetture”
Diverse però le situazioni su cui si deve ancora intervenire.
“Speriamo che a breve anche le altre situazioni di criticità da noi segnalate da tempo siano risolte e inserite nei prossimi interventi previsti dalla Giunta del Movimento 5 Stelle” – continua il Presidente cittadino di Fratelli d’Italia –  “Via dei Cappuccini (tratto tra Via Magellano e via Gioia), Regione Fontanelle, l’incrocio tra Stradale Alessandria e Via Gioia, il marciapiede in via Amendola nel tratto compreso tra il Caffè Leprato e il civico 24, il verde in un tratto di Via Verrini, lo stato della ex fontana in Piazza Italia, la proliferazione dei piccioni nel Rio Medrio nel tratto compreso tra Via Crispi e Via Amendola… solo per citarne alcune delle tante presenti in Acqui”
Per una città turistica come Acqui Terme la situazione sicuramente più imbarazzante tra tutte è quella di Piazza Italia, nella sua interezza, dalla cura del verde pubblico allo stato attuale della ex fontana al centro della piazza: non proprio un gran bel biglietto da visita per i turisti il vedere lo stato attuale di quello che dovrebbe essere il salotto della nostra città. Un disinteresse verso il decoro di Acqui portato avanti dall’amministrazione pentastellata che da Fratelli d’Italia non riescono a capire e tantomeno a giustificare, soprattutto considerando il danno d’immagine che questo causa sul richiamo turistico di Acqui Terme e, di conseguenza, a tutte le attività imprenditoriali della città termale collegate al turismo.
“E’ inoltre stata segnalata a RFI lo stato della protezione in cemento del tratto della linea Acqui – Asti adiacente a Via IV Novembre, nei pressi dell’incrocio con Via Crenna (zona supermercato Galassia), che risulta parzialmente abbattuta” – conclude Bonante – “All’ASL di Alessandria è stata invece segnalata la presenza di scritte sui muri perimetrali del Distretto Sanitario di via Alessandria che deturpano visibilmente la struttura dello stesso”
Grazie all’iniziativa del circolo acquese di Fratelli d’Italia di segnalazione e monitoraggio delle criticità legate al decoro urbano presenti in città si sono anche questa volta risolte situazioni di potenziale pericolo scongiurando danni a cose o persone.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli