giovedì 23 Maggio 2024 - Anno 33

ENRICO VANZINA INAUGURA LA STAGIONE INVERNALE DEI MARTEDI’ LETTERARI

Partner

CASINO’ DI SANREMO
sabato 18 febbraio ore 18.00 sala Privata

Sabato 18 febbraio alle ore 18.00 Enrico Vanzina, autore regista , sceneggiatore, conosciuto e apprezzato a livello internazionale , dopo aver ricevuto il Gran Trofeo Premio Semeria per la narrativa torna al Casinò. Lo fa con il suo nuovo libro:” Il cadavere del canal Grande” (Harper Collins).  Introduce l’autore con Marzia Taruffi il dott. Carlo Sburlati, giornalista, già patron dell’Acqui Storia e componente della giuria tecnica del Premio Semeria.
L’incontro è inserito nel piano di formazione dei docenti.
Giocando con i miti del Settecento, contaminando I tre moschettieri con Le relazioni pericolose, La locandiera di Goldoni con Kill Bill di Tarantino, Il cadavere del Canal Grande è un romanzo storico sorprendente e meraviglioso, con un meccanismo giallo perfetto, personaggi indimenticabili a partire dalla protagonista femminile, colpi di scena che lasciano a bocca aperta. Un libro che rivela ancora una volta l’eclettico e straordinario talento di Enrico Vanzina.
Jean de Briac ha un sogno, fare il pittore. Ma suo padre, un nobile francese assai più interessato al guadagno e alle mucche che all’arte, non voleva sentirne parlare. Così Jean ha rubato un cavallo dalla scuderia paterna e ha galoppato fino a Venezia, dove è riuscito a farsi prendere a bottega dal pittore che ama di più, il maestro Giambattista Tiepolo.
La vita tra i canali e gli affreschi gli sembra tutto quello che ha sempre desiderato, finché un giorno va a sbattere contro una bellissima ragazza. Lei lo guarda e prima di svanire tra la folla gli affida un sacchetto di velluto con la preghiera di consegnarlo il prima possibile alla signora Ginevra, la proprietaria della locanda Alle due spade. Jean lo apre: contiene uno smeraldo di dimensioni stupefacenti.
Pochi minuti dopo dal Ponte di Rialto si alzano delle grida, “c’è un cadavere nel Canal Grande”. È la ragazza del sacchetto… Dopo una notte turbata da un sonno inquieto Jean si reca alla locanda. Incontrerà Ginevra, la donna più sensuale che abbia mai visto, e finirà in un misterioso intrigo che coinvolgerà i potenti di tutta Europa e il più celebre veneziano di sempre: il cavalier Giacomo Casanova.
Dopo avere raccontato Roma e Milano, Enrico Vanzina chiude la sua trilogia noir dedicata alle città italiane.
Suo padre, Steno, era un regista. Suo fratello, Carlo, era un regista. Lui, Enrico, invece, è eclettico fa lo sceneggiatore, l’autore, il regista, lo scrittore. Ha scritto circa cento film, alcuni famosissimi. Ha vinto il Nastro d’argento, la Grolla d’oro, il Premio De Sica e il Premio Flaiano.
Ma il cinema e la tv non sono la sua unica occupazione. Ha collaborato con il «Corriere della Sera» e scrive ogni settimana su «Il Messaggero». Ha pubblicato diversi libri, tra cui Il gigante sfregiato (Newton Compton, 2013), suo primo romanzo giallo, Le finte bionde, Una famiglia italiana (Mondadori),

Prossimo incontro Martedì 21 febbraio ore 16.30 nel Teatro del Casinò Marco Buticchi, il maestro italiano dell’avventura, presenta il suo nuovo lavoro:”Il serpente e il faraone” (Longanesi)

CARLO SBURLATI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli