lunedì 27 Maggio 2024 - Anno 33

PREMIO ACQUI STORIA: LE GIURIE

Partner

Il Premio Acqui Storia, uno degli appuntamenti culturali più attesi dell’anno, è giunto alla 57ª Edizione. Anche per l’edizione attuale la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria si conferma partner fondamentale dell’iniziativa.
La “macchina” organizzativa del Premio Acqui Storia è ripartita con la pubblicazione del bando, un appuntamento sul quale si concentra l’attenzione di Autori ed Editori, stampa e televisioni. Accanto alle tradizionali sezioni (Storico-scientifica, Storico-divulgativa, Sezione dedicata al Romanzo Storico), sono stati banditi la nuova Sezione Premio Acqui Storia Ragazzi e il Concorso Scolastico Nazionale “History Lab – Laboratorio di Ricerca Storica”, le nuove sezioni introdotte con la precedente edizione del Premio.
Le opere concorrenti stanno pervenendo numerose: Editori e Autori potranno inviare i volumi candidati entro il 31 maggio 2024: ora l’arduo compito di vagliare tutte le opere pervenute spetta alle giurie che, individuate dall’impegno congiunto del Comitato Organizzatore e del Comitato Scientifico, sono composte da insigni storici e personalità del mondo della cultura. La composizione delle giurie, che per le sezioni storiche del Premio, normate dal Regolamento, è formata principalmente da membri individuati dal Comitato Scientifico, si presenta come segue:

Sezione Storico Scientifica: Gianni Oliva (Presidente), Giuseppe Parlato (Vicepresidente), Giorgio Barberis, Mauro Forno, Patrizia Gabrielli, Davide Rossi.

Sezione Storico Divulgativa: Carlo Prosperi (Vicepresidente), Barbara Berruti, Lucia Esposito, Marco Fornasari, Gualberto Ranieri – Presidente da nominare.

Sezione Romanzo Storico: Alberto Sinigaglia (Presidente), Miska Ruggeri (Vicepresidente), Gian Carlo Corada, Laurana Lajolo, Carlo Sburlati.

Sezione Ragazzi: Pier Domenico Baccalario (Presidente), Bruno Gallizzi (Vicepresidente), Cecilia Ghelli, Francesco Marino, Miriam Massone, Mariapaola Pesce (Giurato aggregato).

Le Giurie presentano due nuovi Giurati (in sostituzione di due dimissioni): Patrizia Gabrielli (per la Sezione Storico Scientifica) e Barbara Berruti per la Sezione Storico Divulgativa). Inoltre la Sezione Ragazzi, che con la corrente edizione del Premio ha introdotto la partecipazione del Graphic Novel, prevede la partecipazione di Mariapaola Pesce, quale Giurato aggregato, che porterà il suo prezioso contributo quale esperta di questo genere libero e fortemente autonomo, capace di assorbire una notevole varietà di elementi dalle altre arti (letteratura, pittura, musica, cinema, televisione) e dunque in grado di modularsi in diverse direzioni e orientamenti narrativi.
Accanto alla Giuria si affianca il Gruppo Lettori che porterà la propria votazione in sede di riunione attraverso la voce dei propri rappresentanti: Maria Letizia Azzilonna per la Sezione Storico Scientifica; Giulio Sardi per la Sezione Storico Divulgativa; Fabiola Pascale per la Sezione Romanzo Storico; Egle Migliardi per la Sezione Ragazzi.
Il Premio Acqui Storia vanta ormai da anni la collaborazione di Giurie composte da insigni storici e professionisti nell’ambito della divulgazione storica, che garantiscono la serietà del Premio e apportano il proprio contributo ad un concorso letterario noto a livello internazionale – affermano il Sindaco di Acqui Terme dott. Danilo Rapetti Sardo  Martini e l’Assessore alla Cultura dott. Michele Gallizzi – La modalità di scelta dei Giurati ha seguito rigorosamente il Regolamento e si è basata sulla valutazione dell’esperienza professionale e del contributo che ciascuno può portare alla sezione di appartenenza. Ai Giurati, incaricati di individuare i cinque finalisti nel mese di giugno e i vincitori nel mese di settembre p.v., auguriamo buon lavoro.”
La composizione delle Giurie viene tradizionalmente annunciata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Acqui Terme, unica fonte ufficiale. Il Premio ha mantenuto negli anni il suo prestigio e la sua serietà grazie ai professionisti che si sono adoperati per il mantenimento, nel corso degli anni, di una linea rigorosa e che hanno avuto come scopo la valorizzazione di una realtà letteraria, quale il Premio Acqui Storia rappresenta nel mondo, che è l’orgoglio del nostro territorio. La perseveranza di coloro che hanno nel cuore il principio primo del Premio, ovvero la divulgazione della storia nelle sue varie forme, permette di ignorare quanti, con trascurabili tentativi, dimenticano lo scopo prioritario di questo importante concorso storico letterario.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli