domenica 3 Marzo 2024 - Anno 33

PREMIO ACQUI AMBIENTE:IL REGISTA BRANDO QUILICI RITORNA AD ACQUI TERME

Partner

Il regista Brando Quilici presenta il suo ultimo film “Il ragazzo e la tigre”

Un grande ritorno nella Città di Acqui: il regista Brando Quilici, figura legata al Premio Acqui Ambiente per essersi qualificato vincitore della X edizione del Premio (anno 2015) con il volume Il mio amico Nanuk (Sperling & Kupfer).Torna per affrontare, insieme agli studenti degli Istituti cittadini e a quanti vorranno partecipare, il tema del suo ultimo film “Il ragazzo e la tigre”, da lui diretto, interpretato da Sunny Pawar e Claudia Gerini.
Il film sarà proiettato la mattina del 27 aprile p.v. ad Acqui Terme, presso il Teatro Ariston, Piazza Matteotti. La prima proiezione avrà inizio alle ore 8,30, la seconda proiezione avrà inizio alle ore 11.00: ogni proiezione sarà seguita da un momento di confronto proposto dal regista Brando Quilici agli studenti e al pubblico presente. Modererà l’incontro Maurizio Cabona, noto critico cinematografico e giornalista.
Questa bella iniziativa si collega all’importanza rivestita dal coinvolgimento delle nuove generazioni, particolarmente sottolineata dalle nuove edizioni dei Premi Letterari organizzati dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Acqui Terme – ha sottolineato l’Assessore alla Cultura dottor Michele Gallizzi – La sensibilizzazione dei giovani alle tematiche ambientali è il principio portante della nuova edizione del Premio Acqui Ambiente”.
Il ragazzo e la tigre, racconta la storia di (Sunny Pawar) un ragazzo rimasto orfano. Mentre vaga per le valli innevate dell’Himalaya trova un nuovo amico, un cucciolo di tigre del Bengala. Il tigrotto, proprio come lui, è rimasto orfano, perché i bracconieri hanno ucciso sua madre e, portandolo con sé, il ragazzo lo salva da una morte certa. I due stringono sin da subito un forte legame di amicizia e insieme si mettono in viaggio, diretti al monastero di Taktsang, in Bhutan, noto con il nome “il nido della tigre”. Qui si trovano diversi monaci buddhisti, che si sono radunati in questo luogo sin dal 1950, anno dell’invasione cinese del Tibet, e hanno come scopo quello di proteggere i grandi felini, soprattutto se cacciati dai bracconieri. Durante il viaggio che li porterà in questo luogo magico e religioso, il ragazzo e il tigrotto attraverseranno le montagne dell’Himalaya, scoprendo che non sono soli al mondo, ma che l’uno può contare sull’altro.
Una storia di solidarietà e amore senza sentimentalismi. Brando Quilici, figlio dell’indimenticato documentarista Folco, mette a frutto la sua lunga esperienza come regista di speciali del National Geographic e del Discovery Channel per narrare attraverso immagini e paesaggi affascinanti, l’avventura del ragazzo e della tigre che trae ispirazione da una leggenda popolare, portando gli spettatori in luoghi inaccessibili e incontaminati e facendocene scoprire tutta la meraviglia.
Quilici ha saputo raccontare non solo la magnificenza della natura ma anche la profondità dei sentimenti degli esseri umani ed è riuscito, senza l’aiuto di effetti speciali, a dirigere una storia di solidarietà e amore tra uomo e animale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli