sabato 23 Settembre 2023 - Anno 32

50 ANNI DI MUSEO, 50.000 ANNI DI STORIA

Partner

Sabato 17 giugno, nell’ambito delle Giornate Europee dell’Archeologia, presso il Castello dei Paleologi è previsto un ricco programma di appuntamenti: si inizierà alle 16:00 con i docenti e gli studenti del corso di Laurea Magistrale in Metodologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali – Università di Genova, che presenteranno i risultati della giornata di didattica multidisciplinare effettuata il 13 aprile scorso presso il Museo e la Cattedrale.
Alle 17:30 verrà invece presentato ufficialmente il logo del Cinquantesimo Anniversario del Civico Museo Archeologico e il programma delle future attività.
A seguire (dalle 18.00) l’inaugurazione della mostra “Lieti motivi” dell’artista Mirco Marchelli, promossa dall’Associazione “Amici dei Musei Acquesi” nell’ambito progetto “Trasecolare”.
Tutte le attività sono state pensate in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo; nel corso del pomeriggio sarà possibile visitare gratuitamente il Museo Archeologico.
INGRESSO LIBERO

in caso di maltempo le attività si svolgeranno all’interno
Programma della presentazione del progetto didattico multidisciplinare Corso di Laurea in Metodologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali (Università di Genova), Soprintendenza ABAPAL, Diocesi di Acqui Terme e Civico Museo Archeologico.
Al termine dei Saluti istituzionali seguiranno gli interventi:
Il Corso di Laurea Magistrale in Metodologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali (Università di Genova) e il progetto di didattica innovativa (P. Marescotti).
La collaborazione tra il Corso di Laurea in Metodologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali (UniGE), il Civico Museo Archeologico, l’Arcidiocesi e la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Alessandria Asti e Cuneo: la giornata di didattica multidisciplinare al Museo Civico Archeologico di Acqui Terme e presso il Duomo di Acqui Terme (13 aprile 2023 – 23 maggio 2023) (R. Cabella; M.C. Galassi)
La diagnostica non distruttiva per la conoscenza e la conservazione dei manufatti archeologici e artistici (P. Triolo e M. Zotti).
Interventi a cura degli studenti:
– Analisi non distruttive su reperti museali di varia natura.
– Acquisizioni multispettrali sul Trittico della Madonna di Monserrat di Bartolomé Bermejo.
– Imaging in falso colore per un primo riconoscimento dei pigmenti
– Riflettografia all’infrarosso per l’individuazione delle fasi progettuali (underdrawing).
– Prevenzione e monitoraggio del biodeterioramento in contesti museali: indagini aeromicologiche.

Articolo PrecedenteLUDI AQUAENSES
Prossimo ArticoloPREMIO ACQUI STORIA: LE NUOVE GIURIE

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli