mercoledì 12 Giugno 2024 - Anno 33

Non chiamiamolo amore. Rete di protezione per scoprire la violenza nascosta

Partner

Tra le numerose attività organizzate dal Liceo “Parodi”, un’attenzione particolare è dedicata alla prevenzione e al contrasto della violenza di genere, in tutte le forme in cui tale fenomeno si presenta.
I troppi fatti di cronaca che si susseguono incessantemente interrogano la coscienza di studenti e docenti; la scuola intende offrire gli strumenti culturali per gestire correttamente i sentimenti, nell’ottica di una necessaria educazione all’affettività.
Accanto all’apporto quotidiano dei singoli insegnanti, il Liceo ha curato l’organizzazione di un incontro formativo sul contrasto alla violenza di genere, coinvolgendo professionisti e attori istituzionali: “Non chiamiamolo amore. Rete di protezione per scoprire la violenza nascosta”.
Martedì 4 giugno, dalle ore 9.30 alle ore 12, presso il teatro “Ariston”, gli alunni delle terze e quarte del Liceo parteciperanno all’evento, organizzato dai docenti dell’istituto (in primis la prof.ssa Cristina Moretto) in sinergia con l’amministrazione comunale di Acqui Terme nella persona dell’Assessore Soumya Sellam.
Tra le numerose personalità coinvolte – in grado di fornire una puntuale analisi del problema, esaminato nelle sue diverse componenti – ci saranno il Maggiore dei Carabinieri Gabriele Fabian, il dottor Jacopo Bruno e la dott.ssa Martina Montella dell’Asca, la dott.ssa Carlotta Sartorio di Me.Dea, una rappresentanza della Croce Rossa Italiana e il coordinatore del tavolo provinciale del volontariato l’avvocato Federico Violo.
A moderare l’incontro, la dott.ssa Silvia Re, responsabile Assistenza del Comune di Acqui. L’iniziativa intende essere occasione preziosa di riflessione e sensibilizzazione per la diffusione di una cultura basata sul rispetto delle diversità, sul superamento degli stereotipi e sulla condanna di ogni forma di violenza. L’incontro, inoltre, si propone di favorire una corretta informazione sulla rete di supporto presente sul territorio alla quale potersi rivolgere in situazioni di difficoltà.
L’Istituto “Parodi”, ancora una volta, garantisce un dialogo costante con la società civile, dedicandosi con le migliori strategie disponibili alla formazione umana dei suoi studenti, imprescindibile per un corretto cammino di crescita personale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli