sabato 20 Aprile 2024 - Anno 33

DONNÆ le nostre storie senza tante storie

Partner

Una serata con i suoni e le parole di un racconto tutto al femminile, per conoscere ed emozionare. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Acqui Terme – Consulta dellePari Opportunità, ad ingresso libero (posti limitati: è consigliata la prenotazione tel. 0144322142  oppure al link https://forms.gle/m84rnXb3YUDzwzLB6).

“Con DONNÆ inauguriamo un nuovo format, emozionante e ricco di contributi autentici” spiega Soumya Sellam – Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Acqui Terme . “L’appuntamento di venerdì 15 marzo è frutto delle sensibilità e competenze messe a disposizione dalle componenti della Consulta Pari Opportunità. Il confronto e la collaborazione tra il Comune di Acqui Terme e i membri della consulta sta disegnando progetti nuovi, coinvolgenti e inclusivi al fine di valorizzare e difendere il grande patrimonio umano e di esperienze di cui la nostra Città gode. Grazie alla Consulta, agli ospiti, agli artisti e al costante lavoro degli uffici comunali premieremo le donne acquesi che si sono distinte per il loro valore, mettendo in luce così le enormi potenzialità del mondo femminile”
I componenti della Consulta delle Pari Opportunità del Comune di Acqui Terme sono: il Presidente Sandra PREITE, Fabrizia VACCA, Michela BIANCHI, Fabrizia ROBBIANO, Elena GIULIANO, Cinzia Maria ROSSI, Amedeo RIPANE, Andrea MORBELLI e Alessandra Lorena BENAZZO.
“Ma chi l’ha detto che per parlare di cose serie, bisogna stare in un ambiente serio e paludato?”. Risponde così Sandra Preite, Presidente della Consulta per le Pari Opportunità del Comune di Acqui Terme, a chi le chiede conto della serata di intrattenimento organizzata per parlare di questioni femminili venerdì 15 marzo (e non l’8), alle ore 20.00 presso l’ex Sala Kaimano. “Anche sulla data, non dobbiamo formalizzarci. L’importante è appunto che determinati temi riguardanti l’intero spettro dell’essere donna oggi, vengano dibattuti e portati alla riflessione di tutti noi. In una veste meno ingessata e più coinvolgente, perché no. Purché sia l’inizio di un cammino di crescita continuo e non lo spettacolo di una sola volta”.
La copertura di molti dei temi che stanno al centro della serata “DONNÆ” condotta dal giornalista Maurizio Scordino va detto che è assicurata; saranno infatti presenti in rappresentanza delle varie realtà prese in esame l’avvocato Carla Bue, Segretario Generale del Comune di Acqui Terme, la psicologa Angela Barbuto e la presidentessa del Centro Servizi di Volontariato (CSVA), Rosanna Viotto. Non mancherà però la quota “azzurra”, costituita da Adalberto Rangone: docente universitario a Perugia e autore dello studio “Diversità e inclusione”, dai connotati a tratti provocatori, che non mancheranno di essere proposti al pubblico. La serata sarà però anche sede della “Premiazione delle donne acquesi distintesi per il proprio valore”, che vedrà protagoniste cinque figure femminili appartenenti al mondo dell’imprenditoria, della didattica, del volontariato, dello sport e della sanità, i cui nomi rimangono per ora assolutamente Top Secret, in quanto saranno svelati soltanto venerdì sera alla ex Kaimano. Il tutto impreziosito dalle voci narranti dell’attore Beppe Ricagno e della giovanissima Viola Picone, a complemento delle coreografie di ASD In Punta di Piedi accompagnate al pianoforte da Mattia Niniano. Completano la serata le performance visual artistiche di Giuditta Zorzi e i quadri “racconto” di Fiorenza Bucciarelli. La regia è a cura di Diego Martinotti – Servizio Comunicazione Comune di Acqui Terme.
L’evento sarà anche trasmesso in Diretta Streaming sulle pagine social del Comune di Acqui Terme www.youtube.com/@VisitAcquiTerme
Dettagli della comunicazione grafica
Il titolo DONNÆ simboleggia un concetto complesso e ricco di significato per abbracciare la duplice valenza della figura della donna come genere e della figura femminile all’interno della società.
Nella versione grafica viene ripreso il simbolo che in teoria dei numeri indica una relazione di equivalenza.
Una PALETTE COLORI diversa dal consueto
L’utilizzo di una serie di colori diversi dai classici (Rosa – Giallo) nasce dal tentativo di svincolarsi da format e cliché commerciali identificabili in una comunicativa patinata e poco rappresentativa della profondità dei contenuti che si vogliono trasmettere.
Sono state quindi scelte cromie eleganti, legate al mondo dell’alta moda (nero, bianco, rosa antico, verde petrolio) a testimonianza del raffinato tocco femminile.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli