sabato 20 Aprile 2024 - Anno 33

MUSICA E PAROLE OLTRE LE BARRIERE AL CARCERE DI OPERA

Partner

Giovedì 11 aprile la Casa di Reclusione di Opera ospita per il terzo anno consecutivo “Musica e Parole”, la conversazione- concerto nata dall’incontro tra
Le Dimore del Quartetto e l’Associazione Culturale Cisproject, con il sostegno di  ITSRIGHT

Un dialogo tra i musicisti di un quartetto d’archi e un gruppo di detenuti del progetto Leggere Libera-Mente, è questo Musica e Parole, il format nato dalla collaborazione tra Le Dimore del Quartetto e l‘l’Associazione Culturale Cisproject – progetti sviluppo e promozione umana. Il progetto, realizzato con il sostegno di ITSRIGHT Società Benefit, verrà presentato giovedì 11 aprile alle ore 20.00 nell’Auditorium della Casa di Reclusione di Milano-Opera.

L’evento aperto al pubblico, sarà la restituzione del lavoro sviluppato da volontari, ex-detenuti e persone recluse nell’ambito del progetto “Leggere Libera-Mente”, a cura dell’Associazione Culturale Cisproject. Pensieri ed emozioni sul tema del Sogno dialogheranno con brani musicali, dal repertorio cameristico scelto e interpretato per l’occasione dal Doré Quartet, nato nel 2021 dall’unione di giovani talenti provenienti da Italia e Spagna: Ilaria Taioli (violino), Samuele Di Gioia (violino), José Manuel Muriel López (viola) e Caterina Vannoni (violoncello). Una libera associazione fra parole e musica capace di evocare immagini e atmosfere da condividere con il pubblico.
La ricerca sulla parola Sogno, come i precedenti lavori su Bellezza e Speranza, è strettamente collegata alla vita. Il sogno, come la musica, sono vita. Capitoli cruciali per chi vuole ricominciare.
Composto da due violini, una viola e un violoncello, il quartetto è la formazione musicale più paritetica che si possa immaginare; è l’esempio ideale di team, collaborazione e cultura del dialogo; è un luogo di esperienza profonda dove si può essere a volte unici e a volte multipli, dove si cercano la fusione e la personalizzazione. Un luogo di scambio con possibilità infinite che stimola continuamente il gruppo a raggiungere obiettivi sempre più alti.
Questo concerto rientra nel progetto di sensibilizzazione sociale MetaFour, ideato da Le Dimore del Quartetto, sostenuto e promosso da ITSRIGHT Società Benefit, che utilizza la metafora del quartetto d’archi per promuovere il benessere delle persone, l’educazione, l’inclusione sociale attraverso la musica e i suoi valori. Un dialogo diretto tra i musicisti e i partecipanti volto a sensibilizzare studenti, giovani, adulti e persone fragili sull’importanza della collaborazione, dell’ascolto e dei valori fondamentali che guidano una società civile.
Il progetto rientra anche nella progettualità di Cisproject, che ha tra i suoi obiettivi il reinserimento delle persone detenute ed ex detenute, nell’ambito delle attività ponte fuori- dentro il carcere per favorire il confronto tra le persone, l’apertura a nuovi scenari di pensiero nonchè il superamento dei pregiudizi, di chi sta fuori verso chi sta dentro, e di chi sta dentro verso chi sta fuori.

L’incontro è aperto al pubblico, in considerazione della particolarità del luogo, per partecipare è necessario accreditarsi scrivendo una email con i propri dati anagrafici e allegando la copia di un documento d’identità a info@ledimoredelquartetto.eu
entro mercoledì 27 marzo.

Le Dimore del Quartetto è un’impresa culturale creativa che dal 2015 sostiene giovani quartetti d’archi e ensemble di musica da camera internazionali nell’avvio alla carriera e valorizza il patrimonio culturale europeo, in una economia circolare. Con una rete consolidata nell’ambito musicale e del patrimonio culturale, si occupa di progettualità attraverso l’organizzazione di festival e itinerari di viaggio, masterclass, corsi di perfezionamento e percorsi di formazione per musicisti, progetti didattici per scuole e università, formazione e attività di team-building per aziende, residenze artistiche e concerti in dimore storiche e altri luoghi di interesse culturale.
www.ledimoredelquartetto.eu

ITSRIGHT è una società di collecting che gestisce, in Italia e all’estero, i compensi per i diritti connessi, dovuti per la pubblica diffusione di musica registrata. Ad oggi rappresenta più di 180.000 artisti e oltre 500 produttori discografici. ITSRIGHT è una Società Benefit e persegue tra i propri obiettivi lo sviluppo di iniziative di inclusione sociale, promuovendo la musica come risorsa in situazioni di fragilità. Opera con un’attenzione particolare verso i bisogni della comunità musicale, collabora con il mondo dei Conservatori e delle Università sui temi della formazione dei giovani musicisti e contribuisce a   formare e sensibilizzare le nuove generazioni sui temi dei diritti musicali.
www.itsright.it

Leggere Libera-Mente è un gruppo aperto e misto di professionisti e persone detenute che hanno deciso di lavorare assieme ad un progetto complesso di letto-scrittura, che si svolge all’interno della Casa di Reclusione di Milano-Opera dal 2008. Si tratta di una full immersion nella cultura, che prevede 7 laboratori coordinati, centrati sulla lettura e la scrittura per circa 20 ore settimanali: letture ispirate alla biblioterapia, lettura di saggi, incontro con autori, scrittura creativa, scrittura autobiografica, scrittura giornalistica, poesie e tante altre iniziative che vedono “il libro” come stimolo di miglioramento personale e di accrescimento culturale. Le attività sono utili a stimolare riflessioni condivise ed esplorazioni creative alla ricerca del proprio strumento espressivo migliore.. Inoltre sono previsti momenti “ponte” con le scuole, con altri scrittori,e con altre realtà per favorire momenti di confronto su tematiche varie come la scelta, l’autoreclusione, i sogni, la legalità, le regole, i diritti, il bullismo, ecc. A Leggere Libera-Mente piace contaminare la letto-scrittura incontrando altri linguaggi, come il teatro, la musica, l’arte. In uscita il numero di marzo del periodico “Cronisti in Opera” che propone in primo piano una riflessione sull’affettività in carcere alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale.
Il giornale, disponibile in formato cartaceo e digitale, viene distribuito nella Casa di Reclusione di Milano Opera e spedito in abbonamento anche all’esterno a quanti ne fanno richiesta. Ogni anno, inoltre, una pubblicazione editoriale raccoglie i frutti del lavoro dei laboratori. Ultime uscite del 2023: “Raccontare raccontarsi” presentato al salone internazionale del libro di Torino; “Sogno dunque sono” pubblicato in occasione di Bookcity Milano
.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli