lunedì 27 Maggio 2024 - Anno 33

Il Restyling del Quartiere del Vino nell’Anno del Riconoscimento Europeo

Partner

Nell’anno del riconoscimento del territorio del Gran Monferrato e dell’Alto Piemonte a “Città Europea del Vino”, la Città di Acqui Terme pone i riflettori sul “Quartiere del Vino”, inaugurato nel 2002 dal Sindaco Bosio quando Danilo Rapetti ricopriva la carica di Assessore alla Cultura, quale cuore pulsante del centro storico che del vino ne porta il nome.
Il “Quartiere del Vino”, che unisce la rivitalizzazione economica del centro storico e la visibilità delle attività tradizionalmente legate al territorio ed in modo particolare alla viticoltura ed ai prodotti ad essa legati, sarà pertanto oggetto di un restyling ad hoc. Per la sua posizione nella centrale Pisterna, incastonato come una gemma a cielo aperto fatto di viuzze che racchiudono di palazzi storici, chiese e monumenti tra Piazza della Bollente e Piazza Conciliazione, ha tutti i requisiti per diventare la porta d’ingresso ed il biglietto da visita della città.
Il restyling voluto fortemente dall’Amministrazione Comunale pone l’accento sulla salvaguardia e sulla rivitalizzazione del centro cittadino. “Questa ricchezza architettonica, da tramandare e conservare con continua attenzione, assieme ad una ristorazione di qualità ed un fitto calendario di iniziative – dichiara l’Assessore al Marketing Territoriale Rossana Benazzo – deve essere volano per un consolidamento ed un posizionamento imprescindibile della nostra città a livello turistico sia su vecchi sia su nuovi mercati italiani e stranieri, che nella nostra terra trovano un’offerta completa e destagionalizzata”. “Per tutto il 2024 – prosegue l’Assessore Benazzo – sarà location a cielo aperto dove si incontreranno arte, musica, cultura ed enogastronoma d’eccellenza al fine di animare la città e generare ricadute turistiche per gli anni a venire. Il Brachetto d’Acqui riconosciuto recentemente Vitigno dell’anno 2024, il Dolcetto d’Acqui e tutte le DOC e DOCG del territorio di Acqui Terme, che costituiscono una ricchezza importante della città e di tutta la zona, avranno in questo modo un palcoscenico adeguato al rango della tradizione vitivinicola ed enogastronomica che ad Acqui si confà”.
Tra gli appuntamenti da non perdere ricordiamo “Con il naso all’insù” e “Cortili aperti” iniziativa realizzata in concerto con il consorzio del Gran Monferrato, che da aprile a settembre farà conoscere il centro storico attraverso una serie di visite guidate dove Acqui Terme svelerà ai visitatori i suoi angoli più suggestivi, mentre la voce narrante delle guide, ne rivelerà tutti i segreti.
Altro importante appuntamento che punterà i riflettori sul Quartiere del Vino è il “Festival Echos – I luoghi della Musica” che si terrà il prossimo 1° giugno. Il Festival, in occasione dell’importante riconoscimento di Città europea del Vino, ha declinato alcuni appuntamenti in “I luoghi del vino”, ambientando concerti in luoghi legati all’antica cultura vitivinicola tra cui il Quartiere del vino. In questo contesto musicale il pubblico verrà portato per mano per il nostro centro storico alla scoperta di capolavori d’arte e di architettura: la Cattedrale, con il meraviglioso Trittico della Vergine di Montserrat ed il Chiostro, la Chiesa di Sant’Antonio ed il gruppo bronzeo de Il figliol prodigo di Arturo Martini, presso la Casa di Riposo Ottolenghi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli