mercoledì 12 Giugno 2024 - Anno 33

PRESENTATO IL VOUCHER “SCELTA SOCIALE”

Partner

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 26 luglio Maurizio Marrone, Assessore alle Politiche Sociali della Regione Piemonte, ha presentato ad Acqui Terme il voucher “Scelta Sociale”, la nuova misura che sta rivoluzionando il mondo dell’assistenza socio-sanitaria piemontese.
L’incontro si è svolto a Palazzo Robellini, organizzato dal circolo territoriale di Acqui Terme di Fratelli d’Italia, ed è iniziato con l’indirizzo di saluto del presidente del circolo acquese Claudio Bonante. Presente anche il Presidente provinciale di Fratelli d’Italia Federico Riboldi, che ha tenuto l’intervento di chiusura.
Maurizio Marrone ha spiegato come Scelta Sociale sia una vera rivoluzione che dimostra la volontà di Fratelli d’Italia di mettere al centro la persona, insieme alla sua famiglia, i suoi bisogni e diritti, con la possibilità di scegliere liberamente su piattaforma internet se usare i soldi pubblici per l’assistente familiare che preferisce per le cure a casa o per la retta della struttura socio sanitaria più comoda: una scelta a portata di smartphone.
Con questi 90 milioni di fondi europei, che si aggiungono a quelli già a bilancio regionale, il centrodestra ha messo sulla non autosufficienza oltre il doppio di quanto non abbiano mai stanziato le giunte precedenti, a partire da quella di centro-sinistra di Chiamparino. La misura interessa coloro che attualmente non hanno accesso ad alcun tipo di contribuzione pubblica a sostegno di questi servizi, come ad esempio gli accreditati RSA non coperti da convenzione, oppure tante famiglie con disabili gravi a casa. Essere al loro fianco è per Fratelli d’Italia un dovere in questo momento di così grave crisi economica e sociale.
Basti pensare che a fronte degli annunciati aumenti di retta nelle RSA, dovuti ai rincari, che dovrebbero assestarsi tra i 600 e i duemila euro annui, attraverso questa misura si mettono nelle tasche dei beneficiari 7.200 euro all’anno, per due anni, attraverso voucher da 600 euro mensili.
Nel dettaglio, Scelta Sociale prevede voucher da 600 euro mensili, per 24 mesi rinnovabili, destinati a persone anziane o disabili non autosufficienti. Le assegnazioni saranno legate all’ISEE socio-sanitario (non superiore a 50mila euro o 65mila euro in caso di disabile minorenne) e alla priorità per punteggio sociale secondo le valutazioni delle unità socio-sanitarie competenti – Unità di valutazione geriatrica e Unità di valutazione handicap.
L’assessore Maurizio Marrone ha spiegato come i voucher sono assegnati tramite due bandi regionali: uno per la domiciliarità e uno per la residenzialità, a cui è possibile presentare domanda tramite la piattaforma online “Scelta Sociale” su www.piemontetu.it. E’ stato realizzato anche un video tutorial su Youtube che spiega come fare la domanda passaggio dopo passaggio.
Il beneficiario o la sua famiglia potranno poi scegliere di utilizzare il voucher per l’assistente familiare di cui si ha necessità – badante, infermiere, oss, educatore (assunto in proprio o individuato e contrattualizzato da cooperative sociali/servizi socio assistenziali-agenzie di somministrazione di lavoro). Oppure, per l’inserimento nella struttura residenziale socio sanitaria preferita: RSA per anziani non autosufficienti, strutture per disabili RAF, comunità alloggio, gruppo appartamento, comunità di tipo familiare e socio assistenziali per disabili gravi.
“Abbiamo voluto portare anche ad Acqui Terme la presentazione di questa misura perchè riteniamo ci possa essere una importante platea di possibili interessati nel nostro territorio. Basti pensare che solo ad Acqui, dai dati 2021, risultano oltre 3200 residenti (17% della popolazione) con più di 75 anni, che diventano quasi 5900 (30% della popolazione) se consideriamo i residenti con più di 65 anni.
L’indice di vecchiaia (rapporto tra la popolazione con più di 65 anni e quella con meno di 14 anni) ad Acqui Terme ha un valore quasi doppio rispetto a quello nazionale. Questa misura rappresenta poi un importante aiuto per le famiglie con disabili gravi a casa” – conclude il Presidente del circolo della città termale di FDI Claudio Bonante – “Un ringraziamento particolare all’assessore regionale Maurizio Marrone che ha esposto con competenza questa nuova iniziativa da lui voluta destinata ai più fragili. Grazie poi a tutto il Direttivo del circolo acquese di Fratelli d’Italia per l’impegno profuso per l’organizzazione di questo incontro”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli