martedì 28 Settembre 2021

RITORNANO GLI ACQUI WINE DAYS: TRE GIORNI PER GUSTARE UN TERRITORIO UNICO

Partner

Dal 3 al 5 settembre la città di Acqui Terme ospiterà la nuova edizione degli Acqui Wine Days, tre giorni nei quali gustare i sapori di un territorio unico e riflettere sul mondo del vino.
L’evento è organizzato dal Comune di Acqui Terme e dal Consorzio Tutela Vini d’Acqui con il supporto dell’Enoteca Regionale Acqui “Terme e Vino”, dell’associazione Comuni Brachetto d’Acqui, di Confcommercio e di Confesercenti di Acqui Terme. Con il patrocinio della Regione Piemonte.
L’assessore all’Agricoltura e Cibo della Regione Piemonte spiega che con la prima edizione, che era stata fortemente voluta seppur nel pieno dell’emergenza sanitaria, si era cercato di realizzare per la città di Acqui Terme, una manifestazione d’interesse ultraterritoriale. Proprio per questo motivo ha accolto con molto piacere la nuova edizione degli Acqui Wine Days e ha dichiarato che la Regione Piemonte sosterrà il rilancio del Monferrato in una versione sinergica e innovativa dove i vini Doc e Docg saranno il vero punto di riferimento.
Il sindaco di Acqui Terme ha evidenziato che gli Acqui Wine Days hanno lo scopo di far conoscere il territorio e che, nonostante l’emergenza sanitaria, vi è stato il tentativo di regalare alla città un evento importante, spiegando che la manifestazione è il perfetto connubio tra territorio, prodotti d’eccellenza e turismo. Secondo il primo cittadino, la filiera agricola e vinicola deve rappresentare il soggetto principale per il rilancio turistico del Monferrato. Proprio per questo motivo gli Acqui Wine Days diventano un importante spunto per far incontrare i soggetti interessati a comprendere le potenzialità di questo settore e le future iniziative in campo.
Per Paolo Ricagno, presidente del Consorzio Vini d’Acqui e produttore vitivinicolo, questa seconda edizione di Acqui Wine Days deve mantenere le promesse della scorsa edizione, soprattutto in relazione alla stretta sinergia tra territorio e filiera vitivinicola. Afferma Ricagno: “Il tempo è ora. Per troppo tempo questo territorio, il Monferrato, parte integrante e preziosa del sito Unesco dei Paesaggi vitivinicoli del Piemonte patrimonio dell’Umanità, ha delegato ad altri la consapevolezza delle proprie potenzialità. È ora che ci si riappropri di un passato e di un futuro che ci appartengono. Agli Acqui Wine Days, con grande sforzo di risorse e di personale, il Consorzio che presiedo a tutela del Brachetto d’Acqui e dell’Acqui docg Rosé, gestirà punti di degustazione di questi vini che, ricordo, non sono solo prodotti della nostra terra, ma anche testimoni e sentinelle di quello che siamo stati e di quello che vogliamo essere. Anche per questo ci aspettiamo che tutti i locali acquesi, ma anche quelli del circondario, nei giorni degli Acqui Wine Days, e magari durante tutto il resto dell’anno, propongano con orgoglio il Brachetto d’Acqui docg e l’Acqui docg Rosé. Del resto il Consorzio è pronto a collaborare e collabora con tutte quelle istituzioni, pubbliche e private, che abbiano gli obiettivi di promuovere e valorizzare il paesaggio e il territorio monferrino. Gli Acqui Wine Days, dunque, sono un’occasione da non perdere e che abbiamo il dovere di trasformare, ogni anno di più, in un formidabile volano di crescita e sviluppo economico, sociale e culturale”.
L’evento inaugurale degli Acqui Wine Days si terrà il 3 settembre 2021 a Villa Ottolenghi-Wedekind alle ore 11.30, con un incontro dal titolo “Dalle Strade del Vino agli Acqui Wine Days”. Un momento per raccontare i progetti in campo per promuovere il comparto vitivinicolo e i prodotti tipici del Monferrato.
L’obiettivo dell’appuntamento è di spiegare come le strade del vino possano diventare uno strumento di comunicazione importante per valorizzare le particolarità di un’area territoriale, capace di raccontare le storie legate a una terra e alle realtà che la vivono: aziende, comunità e istituzioni accumunate dall’identità di un territorio.
Per l’occasione sarà presente, in via del tutto straordinaria, il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
Ad aprire l’incontro saranno il sindaco di Acqui Terme, il sindaco di Casale Monferrato e il sindaco di Ovada, promotori dell’iniziativa della Strada del Vino Gran Monferrato. Presenzierà l’incontro inoltre l’assessore all’Agricoltura e Cibo della Regione Piemonte, il presidente del Consorzio Tutela Vini d’Acqui, il presidente dell’Enoteca regionale Acqui “Terme e Vino”, un esponente della Giunta della Camera di Commercio Alessandria-Asti, il presidente de “I paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato” e il presidente della 11a Commissione permanente Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale del Senato della Repubblica Italiana. A condurre e a moderare l’incontro sarà presente il giornalista Fabrizio Salce.
L’incontro è aperto al pubblico ma contingentato. È obbligatoria la prenotazione scrivendo a turismo@comune.acquiterme.al.it. Si ricorda che per poter partecipare sarà necessario essere in possesso di Green Pass.
L’appuntamento si svolgerà nella cornice di Villa Ottolenghi-Wedekind, una dimora storica costruita nella prima metà del Novecento dal conte Arturo Ottolenghi e dalla moglie Herta von Wedekind zu Horst, pittrice e scultrice riconosciuta a pieno titolo tra le avanguardie del primo Novecento. Il giardino della dimora è stato costruito nel 1955 ed è uno dei più straordinari giardini moderni visitabili oggi in Italia.
Nella stessa giornata alle ore 20.30, si potrà partecipare alla cena con brindisi di benvenuto agli Acqui Wine Days, presso l’Enoteca regionale di Acqui Terme, per degustare tutti i sapori del nostro territorio. La prenotazione è obbligatoria.
Durante le giornate degli Acqui Wine Days, seguiranno diversi eventi collaterali per conoscere e gustare il territorio. Sabato 4 settembre alle ore 09.00 da piazza Italia si potrà partecipare con le esperienze Bike Tasting, dove si esploreranno i vigneti del Patrimonio Unesco unendo, al relax della bicicletta, momenti dedicati all’enogastronomia.
Seguiranno i pic-nic gourmet (ore 12.00 e ore 17.00) con i prelibati prodotti del territorio presso i giardini del Castello dei Paleologi di Acqui Terme, organizzati dall’associazione Langamylove.
Per chi volesse godersi un aperitivo con un accompagnamento musicale al tramonto potrà partecipare a Sunset Brachetto (ore 18.00) con partenza da Strevi. Tutte le informazioni per le prenotazioni sono disponibili su www.acquiwinedays.it.
Domenica 4 settembre un incontro indimenticabile per chi apprezza gli Sparkling Rosé: il noto enologo Gianfranco Cordero guiderà i partecipanti in una degustazione comparativa tra l’Acqui Rosé Docg e i grandi rosati nazionali e internazionali in collaborazione con Ais di Alessandria.
Per tutti i tre giorni, dal 3 al 5 settembre, Acqui Terme si trasformerà in una piccola patria del vino “made in Monferrato”.
La manifestazione, infatti, prevede cene e degustazioni a tema Acqui Rosé e Brachetto d’Acqui Docg nei ristoranti e nei locali di Acqui Terme con il grande e scenografico Temporary Brachetto Lounge, un punto di degustazione allestito con il supporto della Regione Piemonte in piazza Italia.

Articolo PrecedenteIL CERCAFAMIGLIA
Prossimo ArticoloFESTA MEDIOEVALE DI CASSINE

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Partner

Ultimi Articoli